Loading...

Sito internet non sicuro: come risolvere

21/09/2023
2023-09-21-sito-internet-non-sicuro-come-risolvere

Ti e’ mai capitato di vedere l’avviso “sito internet non sicuro”? magari proprio con il tuo sito?

Beh questo e’ un problema serio! ma possiamo risolverlo.

Solitamente le cause più comuni di questo problema sono due: il tuo sito è stato hackerato oppure il tuo sito non utilizza il protocollo di sicurezza https per le connessioni.

Se pensi che il tuo sito sia stato hackerato, mantieni la calma e contattami, ti aiuterò a risolvere il problema.

In questo articolo ti spiegherò invece cosa fare nel caso il tuo sito sia segnalato come non sicuro perché probabilmente utilizza una connessione http non sicura, iniziamo.

Se il tuo sito non utilizza il protoccollo HTTPS, Chrome, Firefox e gli altri browser lo etichettano come “sito non sicuro”, non certo un bel biglietto da visita per la tua attività (andresti a spendere i tuoi soldi in un negozio con l’insegna “negozio non sicuro“?!).

Da un sondaggio effettuato in Regno Unito e’ emerso che il 64% degli utenti che si trovano davanti il messaggio “sito non sicuro” abbandonano immediatamente la navigazione di quel sito internet senza più tornarci (e gli utenti italiani sono ancora più diffidenti).

Credo tu abbia capito perché è fondamentale risolvere questa problematica; vediamo quindi quali sono i fattori alla base di questo problema e cosa fare per risolvere.

Perché il sito viene etichettato come non sicuro?

Se compare l’avviso “sito non sicuro“, è probabile che ci sia un problema a livello di certificato SSL e per questo il tuo sito internet non apparirà in modo corretto. Dovrai agire direttamente sul sito per installare o rinnovare il certificato, oppure, se non hai modo di intervenire personalmente, dovresti avvisare il prima possibile il tuo webmaster.

Quando ci si collega a un sito web sicuro (si riconosce perché inizia per “https://”), il browser verifica che il certificato presentato dal sito sia valido, rilasciato da un’autorità globalmente riconosciuta e che la crittografia sia sufficientemente forte per proteggere i dati dell’utente. Se il certificato non è valido o se la crittografia non è abbastanza forte, la visita al sito viene bruscamente interrotta e viene mostrata una pagina di errore “Questa connessione non è sicura”.

Ovviamente questa valutazione può seriamente danneggiare la tua reputazione online, il tuo sito e il tuo business.

Sito non sicuro su Chrome: come accedere

Se utilizzi Chrome come browser per navigare su internet, devi sapere che Chrome segnala un sito non sicuro con un’icona ben precisa. Chrome infatti utilizza tre icone differenti per segnalare il livello di sicurezza di un sito web. L’icona è ben visibile in alto a sinistra, sulla barra degli indirizzi e può essere una delle seguenti:

  • (Lucchetto) = Sito Sicuro

Se vedi il lucchetto, significa che la connessione è cifrata e sicura; tutte le informazioni scambiate tra Chrome e il sito non vengono intercettate ne manomesse in alcun modo. Anche in questo caso comunque è bene fare attenzione all’indirizzo del sito: assicurati che sia realmente quello che vuoi visitare e non un sito malevolo.

  • (icona informazioni) = Informazioni o Sito Non sicuro

Il sito in questione non sta utilizzando una connessione sicura. Questo significa che i tuoi dati potrebbero essere intercettati e manipolati. Prova ad accedere manualmente alla versione sicura del sito: posizionati nella barra degli indirizzi di Chrome e seleziona l’indirizzo del sito; aggiungi all’inizio dell’indirizzo “https://” (se vedi scritto “http://” sostituiscilo con “https://”). Se anche cosi non riesci ad accedere, contatta il webmaster del sito.

  • (cartello di pericolo) = Sito Non sicuro o Sito Pericoloso

Se navigando un sito vedi l’icona di pericolo, significa che sei su un sito etichettato come “non sicuro” o addirittura “pericoloso”. Un sito “non sicuro” potrebbe esporre i tuoi dati personali quindi procedi con cautela; il mio consiglio in questo caso e di non effettuare operazioni quali, login, pagamenti o qualsiasi altro genere di immissione dati. Se, invece, cercando di aprire il sito visualizzi una schermata rossa, vuol dire che il sito web è stato etichettato da Google come “Pericoloso“, se continui nella navigazione metti potenzialmente a rischio la sicurezza dei tuoi dati perciò valuta con attenzione. (Ecco a questo link la guida ufficiale di Google Chrome agli avvisi sui siti non sicuri).

Come accedere ad un sito non sicuro

Abbiamo appena visto i tre livelli con cui Chrome classifica i siti internet in base alla loro sicurezza: Sicuro, non sicuro, pericoloso. Un sito non sicuro non è necessariamente pericoloso per cui a volte potresti voler accedere comunque. Vediamo quindi come accedere ad un sito non sicuro.

A seconda di quale browser utilizzi, quando tenti di accedere ad un sito non sicuro, ti verrà mostrato un messaggio di avviso o di errore leggermente diverso: “Questo sito non è sicuro” (Microsoft Edge, Apple Safari), “Attenzione: potenziale rischio per la sicurezza” (Mozilla Firefox), “La connessione non è privata” (Google Chrome).

Ecco come accedere ad un sito non sicuro con Chrome in due clic:

  1. nella pagina di avviso, seleziona la voce “Dettagli”;

  2. poi seleziona la voce “visita questo sito non sicuro”; il gioco è fatto!

N.B. Il procedimento per accedere ad un sito non sicuro varia leggermente a seconda di quale browser stai usando. In ogni caso, ti sconsiglio di visitare un sito etichettato come ‘Non sicuro’ a meno che tu non sappia ciò che stai facendo. Tieni anche presente che se il sito è etichettato come “Pericoloso” il browser potrebbe impedirti del tutto di accedere, in questo caso non puoi fare altro che desistere e tornare indietro.

Come rendere il tuo sito internet sicuro, passando da HTTP ad HTTPS

Per fortuna, è relativamente semplice rimediare ad un sito internet non sicuro e risolvere una volta per tutte questo problema; ecco i passi che dovrai seguire:

  1. Richiedi un certificato SSL per il tuo sito (se non sai quale scegliere verifica con il tuo provider del dominio).

  2. Imposta il reindirizzamento di tutte le pagine del sito da http ad https

  3. Verifica che il certificato sia installato correttamente e che tutti i reindirizzamenti funzionino come previsto

  4. Aggiorna la sitemap del tuo sito internet per correggere i collegamenti ipertestuali

Serve una mano?

Se non sei riuscito a sistemare il tuo sito internet non sicuro, oppure credi che il tuo sito sia stato hackerato, puoi contare su di me: contattami, risolverò il problema in un batter d’occhio!

Author image

Carlo Feniello

Sviluppatore web professionista con esperienza pluriennale nella realizzazione di siti internet e applicazioni web. Lavoro per migliorare la comunicazione on-line di hotel, ristoranti, agenzie immobiliari, liberi professionisti e non solo.

Contattami:

Hanno parlato di me su

la nazione
Il tirreno
la gazzetta del serchio
Il giornale di barga